Archivio della categoria “Argomenti vari”

Cari amici e cari lettori,

dopo circa dieci anni, il blog cambia veste e piattaforma. A partire dal mese di febbraio 2017 sarà aggiornato soltanto alla pagina www.calmomattino.it.

Il vecchio indirizzo (calmomattino.blog.tiscali.it) rimarrà sempre raggiungibile e visitabile come archivio.

Vi aspetto su www.calmomattino.it!!

Grazie a tutti

Giancarlo Pappagallo

Comments Commenti disabilitati

Seguimi anche su Twitter per tutte le Breaking News su Corea e dintorni.

Clicca sull’immagine!

 

Comments Commenti disabilitati


La riapertura dei rapporti politici ed economici tra Iran e USA costituisce un’importante opportunità non solo per l’Italia ma anche per la Corea del Sud. Seoul, già molto attiva diplomaticamente e commercialmente nell’area medio-orientale, ha aumentato del 102,40% le importazioni di petrolio dall’Iran nel mese di febbraio 2016 rispetto a febbraio 2015 (fonte Agenzia Nova). Le importazioni totali nazionali di greggio sono aumentate del 20,8% annuo, arrivando a 96,7 milioni di barili il mese scorso.

Nei giorni scorsi, invece, sono trapelate notizie relative alla realizzazione del gasdotto che dovrebbe collegare Iran e Oman attraverso lo stretto di Hormuz. Le autorità sudcoreane e iraniane sono in trattativa per offrire a Korea Gas Corporation (Kogas) la guida del progetto per la costruzione del gasdotto. Il progetto costerà circa 1,5 miliardi di dollari e sarà completato in tre fasi: la prima sezione collegherà i giacimenti iraniani allo Stretto di Hormuz, la seconda verrà realizzata in mare attraverso lo stretto, mentre la terza collegherà il tratto della condotta in mare il terminal di liquefazione del gas naturale in territorio omanita.

Comments Commenti disabilitati

La Corea del Nord ha confermato di aver effettuato l’atteso test missilistico alle ore 9,51 locali, corrispondenti all’1,51 di notte del nostro fuso orario. Il Ministero della Difesa sudcoreano ha confermato il lancio. Rimaniamo in attesa di sviluppi e maggiori informazioni.

Comments Commenti disabilitati

Secondo una classifica stilata dal settimanale londinese “The Economist” (che si basa a sua volta su dati forniti dall’International Society of Aesthetic Plastic Surgery), la Corea del Sud guida la classifica mondiale degli interventi di chirurgia estetica, con una media di 16 interventi ogni 1000 abitanti. L’Italia non è da meno e si colloca al terzo posto con 13 interventi ogni 1000 abitanti, mentre al secondo posto troviamo la Grecia con una media di 14/1000. Seguono il Giappone (12/1000), il Brasile (11/1000) e la Francia (8/1000). A quanto pare l’amore per il “ritocchino” unisce i nostri paesi.

 

Comments Commenti disabilitati

Segnaliamo che lo scorso 1^ gennaio 2012 è stato introdotto dal KIS (Korea Immigration Service) un nuovo sistema biometrico d’identificazione. Tutti i viaggiatori stranieri a partire dai 17 anni d’età (inclusi), compresi equipaggi e cittadini stranieri con il permesso di rientro, sono obbligati a fornire le impronte digitali e le foto del viso all’ingresso in Corea.

Chi è esente dall’obbligo di fornire le informazioni biometriche?

Le persone riconducibili alle categorie sotto elencate sono esenti dall’obbligo di fornire le informazioni:

1. Cittadini stranieri sotto i 17 anni.

2. Cittadini stranieri che entrino in Corea per missione ufficiale su incarico di governi stranieri o di organizazzioni internazionali e i loro famigliari al seguito.

3. I cittadini stranieri riconducibili ai seguenti punti sono stati riconosciuti dal Ministero della Giustizia esenti dal fornire informazioni biometriche su richiesta dai vertici di agenzie amministrative del governo centrale.

3-1. Capi di stato, ministri o i funzionari di pari alto livello e coloro i quali entrino in Corea al fine di promuovere mutue relazioni di amicizia.

3-2. Coloro i quali si distinguano nel settore dell’educazione, della scienza, della cultura, dell’arte e dello sport e in altri settori.

3-3. I cittadini, in cui ingresso in Corea sia ritenuto rilevante ai fini della promozione delle attività economiche (es. Delegazione per la promozione degli investimenti).

4. Coloro i quali siano qualificati per lo status A3.

 

Comments Commenti disabilitati

Era ora! Da una decina di giorni “google street-view”, il programma che consente di esplorare luoghi di tutto il mondo con le immagini a livello stradale a 360 gradi, è arrivato finalmente anche in Corea del Sud. Per ora è utilizzabile soltanto per l’area di Seoul e di Busan.

Comments Commenti disabilitati

chuseok

Comments Commenti disabilitati

logo

Non si può certo dire che la perseveranza manchi nel carattere dei coreani!! Infatti, dopo le precedenti bocciature per le edizioni del 2010 e del 2014, la Corea del Sud, con 63 voti, porta a casa le Olimpiadi invernali del 2018 battendo note località come Monaco di Baviera (25 voti) e Annecy (7 voti). L’edizione del 2018 si svolgerà dunque nella località sudcoreana di Pyeongchang, nella regione orientale di Gangwon-do, a circa 200 Km dalla capitale Seoul, famosa per le sue montagne e la sua splendida natura.

Comments Commenti disabilitati

Capitanati dai due figli più giovani di Kim Jong-il, i “nipotini” della Rivoluzione commerciano in droga e farmaci illegali e usano i fondi di Stato per giocare d’azzardo a Macao o guardare concerti rock a Singapore. Il “Caro Leader” non li sopporta ma deve subirli, dato che il suo erede è uno di loro.

Seoul (AsiaNews) – Non soltanto propaganda: Kim Jong-un, terzogenito ed erede del dittatore nordcoreano Kim Jong-il, sta cercando di rivoluzionare il sistema di potere all’interno del regime di Pyongyang. Dopo averli combattuti per anni, infatti, sembra che i “principini” del Paese stiano rubando sempre più potere all’establishment della dittatura: si tratta dei nipoti 30enni di coloro che hanno combattuto durante la Rivoluzione coreana di Kim Il-sung.

I due figli del dittatore, Jong-un e Jong-chol, guidano la nuova rivoluzione. Entrambi amano la musica occidentale e il gioco d’azzardo, e usano con disinvoltura i fondi statali per costosissimi viaggi fra Singapore e Macao per giocare d’azzardo e assistere ai concerti delle rock star americane. Grande scandalo, a febbraio, per i dieci giorni singaporesi di Jong-chol: circa 100mila dollari americani spesi per assistere all’esibizione di Eric Clapton e giocare al casinò.

Una fonte ufficiale della Corea del Sud spiega: “I due figli del dittatore hanno creato un gruppo noto come Ponghwajo, i ‘principini’ del regime, con cui scorrazzano non soltanto in Corea del Nord ma anche a Macao, Singapore e Malaysia”. I “principini” non vanno confusi con i loro omonimi cinesi: non si tratta dei figli dei rivoluzionari che hanno seguito le prime orme di Kim Il-sung (o, nel caso cinese, di Mao), ma dei loro nipoti.

I figli, che adesso hanno tra i 40 e i 50 anni, formano lo zoccolo duro del governo fedele a Kim Jong-il e sono profondamente avversi ai loro stessi figli, che non hanno subito il rigore dei primi anni della dittatura e usano con disprezzo tutto l’usabile. Inoltre, spiega ancora la fonte, “commerciano in droga e in farmaci illegali, che radunano durante i loro viaggi all’estero e fanno entrare nel Paese grazie ai loro contatti”.

L’attuale dittatore non li sopporta. Pur avendo speso 10mila dollari la scorsa settimana per mandare da un veterinario in Francia il proprio cagnolino, infatti, Kim Jong-il continua a predicare la necessità di un atteggiamento sobrio da parte dei suoi funzionari. Il suo primogenito, Kim Jong-nam, è stato condannato all’esilio per essersi recato di straforo a Disneyland Tokyo.

Non si tratta di una questione di “colore” locale: gli analisti americani e sudcoreani seguono infatti con estrema attenzione questa avanzata giovanile convinti, non a torto, che la popolazione potrebbe sollevarsi per contrastare i dissoluti “nipotini della Rivoluzione” e rovesciare la dittatura.  (Joseph Yun Li-sun)

Copyright AsiaNews.it

Comments Commenti disabilitati

Torna l’appuntamento con il cinema italiano a Seoul. Le proiezioni si svolgeranno come sempre presso il centro culturale della Korea Foundation, dal 4 al 27 aprile. Tra le pellicole in proiezione “Caos Calmo” di Nanni Moretti e “La sconosciuta” di Giuseppe Tornatore.

Per i dettagli dell’iniziativa clicca qui.

Comments Commenti disabilitati

smartphone

Gli abitanti di Seoul potranno ben presto pagare una serie di imposte (tasse di proprietà e tasse sull’auto per esempio) attraverso il proprio smartphone. Lo ha reso noto l’amministrazione comunale di Seoul, che nel mese scorso ha raggiunto un accordo con le principali banche del paese e ha affidato alla Woori Bank il compito di sviluppare il software da installare sugli apparecchi. L’iniziativa avrà senz’altro successo visto che in Corea del Sud i possessori di smartphone sono circa 7 milioni.

Comments Commenti disabilitati

Il governo sudcoreano ha comunicato ieri alla stampa l’intenzione di posizionare sull’isola di Yeonpyeong i nuovi missili anticarro ad alta precisione “Spike”, frutto dell’alta tecnologia militare israeliana e dotati di un sistema di guida automatica ad infrarossi. Si tratta di parte del nuovo piano di fortificazione dell’isola bombardata dalla Corea del Nord nel mese di novembre 2010. La Corea del Sud ha inoltre acquistato da Israele un nuovo sistema radar per l’identificazione dell’artiglieria nemica e dei missili aria-terra ad alta precisione. Si tratta di un primo importante passo per la cooperazione di difesa tra i due paesi.

Spike

Comments Commenti disabilitati

Dallo scorso 29 dicembre 2010 è finalmente operativo il nuovo servizio di collegamento ferroviario che permetterà di raggiungere, dall’aeroporto internazionale di Incheon, la stazione centrale di Seoul in circa 43 minuti e al costo (molto esiguo) di 3.700 won (circa 2,50 Euro). Nel percorso sono inoltre presenti varie fermate intermedie che consentiranno il “transfer” diretto sulla linea metropolitana della città, senza necessariamente raggiungere il centro. Per quanto riguarda la frequenza delle corse, non ci si può certo lamentare…. è previsto un treno ogni 6 minuti!

Collegamento Incheon-Seoul

Comments Commenti disabilitati

La Corea del Nord ha bombardato con colpi di artiglieria alle ore 14.34 locali (le 6.34 in Italia) del 23 novembre,  l’isola sudcoreana di Yeonpyeong, situata nel Mar Giallo, lungo la linea di confine tra i due paesi. Il bombardamento ha causato la morte di due soldati e il ferimento di un’altra dozzina, oltre alla distruzione di 60-70 case, anche civili. L’esercito di Seul, in massima allerta, ha risposto al fuoco e ha inviato gli F16 in sorvolo sull’area. Sull’isola, vivono circa 1.300 persone. Tutti i residenti sarebbero stati inizialmente evacuati nei rifugi, mentre sarebbero ora in corso le operazioni per trasportare i civili sulla terraferma.


Il presidente sudcoreano Lee Myung-bak ha detto oggi che il governo sta cercando di impedire un’escalation della situazione, ma che se le “provocazioni continueranno” la risposta di Seul sarà “più forte”.  Forte preoccupazione è stata espressa anche dalla Cina, storica alleata della Corea del Nord, e dalla Russia. Non sembra essere una coincidenza che in questi giorni sia in missione nelle capitali della regione l’inviato speciale americano Stephen Bosworth, con l’obiettivo di riaprire i negoziati con la Corea del Nord per la questione nucleare.


Aggiornamento del 24/11: sono stati ritrovati i corpi di due civili.

Aggiornamento del 25/11: si è dimesso il Ministro della Difesa sudcoreano Kim Tae-Young.

Aggiornamento del 26/11: uditi nuovi colpi di cannone in territorio nordcoreano.


bombardamento

2010112400306_0

2010112400306_1

2010112400306_2

Comments Commenti disabilitati

Il 15 novembre prossimo, alle ore 14.30 l’ISPI, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, promuove una Conferenza Internazionale sul tema: “Asia: integrazione e stabilità regionale”.

I lavori si focalizzeranno in particolare sul confronto con i modelli di regionalismo promossi nel mondo occidentale, l’assessment dei risultati raggiunti e la discussione dei possibili passi successivi. Parteciperà, tra gli altri, il Prof. Hae Won-Jun dell’Institute of Foreign Affairs and National Security di Seoul.

Per adesioni: ISPI, Palazzo Clerici, via Clerici, 5 – Milano. Tel. 02 86 93 053, e-mail: ispi.eventi@ispionline.it, www.ispionline.it.

asia_15_11_10

Comments Commenti disabilitati

Finalmente, dopo mesi di polemiche, il Gran Premio di Formula 1 arriva in Corea del Sud. Ecco il programma:

Qualifiche: sabato 23 ottobre, ore 7,00, Rai 2 (diretta a partire dalle 6.30);

Gara: domenica 24 ottobre, ore 7.55, Rai 1 (diretta a partire dalle 7.15).

korean-grand-prix

Comments Commenti disabilitati

Segnalo un articolo molto interessante del coreanista Prof. Valerio Anselmo sul sito Corea.it.

Tutto parte da una lettera scritta il 14 aprile 1861, in un codice segreto,  da un gruppo di soldati americani confederati appartenenti al “Knights of the Golden Circle” (Cavalieri del Circolo d’Oro) ……. [clicca qui per leggere l'articolo]

codice

Comments Commenti disabilitati

E’ arrivato l’autunno, e per molti in Corea  è  il momento di preparare la scorta di kimchi per l’inverno. Ma il kimchi di quest’anno sarà piuttosto amaro…

Le pioggie e i tifoni che hanno bersagliato quest’estate la penisola coreana, hanno rovinato in parte il raccolto degli ingredienti base, in particolare il cavolo e l’aglio, facendo lievitare in misura esponenziale i prezzi. Ne parla quest’articolo del Korea Herald.

mercato

Un banco di cavolo cinese al mercato

kimchi

Ecco un bel piatto di kimchi

Comments Commenti disabilitati

Ne parla qui il quotidiano sudcoreano Korea Herald.

Intanto, il Rodong Sinmun, quotidiano del regime nordcoreano, pubblica le prime foto di Kim Jong-un.

Kim Jong-un

Kim Jong-un

Kim Jong-un

Comments Commenti disabilitati

Parte l’accordo di libero scambio tra l’Unione Europea e la Corea del Sud. E’ quanto è stato deciso al vertice dei Ministri degli Esteri europei tenutosi nei giorni scorsi a Bruxelles. L’Italia ha dunque tolto la “riserva nazionale” che aveva rischiato di far rinviare il via libera ufficiale.

Ecco come ne parlano un quotidiano italiano qui e uno coreano qui.

Comments Commenti disabilitati

cartello stradale a bau bau

Secondo questo articolo pubblicato su Korea.net, lo Stato indonesiano avrebbe autorizzato ufficialmente l’adozione dell’Hangeul, l’alfabeto coreano, da parte della popolazione Cia-Cia, nella città di Bau-Bau. Era infatti già dal 2009 che a Bau-Bau veniva insegnato l’alfabeto coreano nelle scuole elementari, a causa, a quanto pare, dell’assenza di un sistema di scrittura nella lingua di questa minoranza.

Nella foto, un cartello stradale a Bau-Bau City con i caratteri coreani.

 

-

Comments Commenti disabilitati

Clinton in Corea del Sud

Si è concluso ieri il viaggio del Segretario di Stato americano Hillary Clinton in casa dell’alleato sudcoreano. La Clinton ha ribadito con fermezza che la Corea del Nord dovrà mettere fine alle “provocazioni e alla politica delle minacce” e ha chiesto a tutti gli alleati di dare “una risposta forte ma misurata” all’affondamento della corvetta sudcoreana, avvenuto il 26 marzo scorso, confermando la volontà americana di portare la questione davanti al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e minacciando nuove sanzioni economiche e finanziarie.

Dopo l’incontro con il Presidente sudcoreano, è stata anche confermata l’esercitazione militare congiunta USA-Corea del Sud, che dovrebbe svolgersi il prossimo 25 luglio nelle acque a ridosso del 38^ parallelo. Non si è fatta attendere la risposta dei vertici del Nord, secondo cui queste esercitazioni violano la sovranità della Corea del Nord e causeranno una “risposta fisica”.

 

Comments Commenti disabilitati

Video importato

Comments Commenti disabilitati

youtube

Su Youtube una nuova pagina dedicata al patrimonio culturale coreano, a cura della “Cultural Heritage Administration”.

Comments Commenti disabilitati