Si mantiene alto l’interesse degli investitori stranieri per il mercato azionario sudcoreano. Secondo i dati resi pubblici ieri dal Financial Supervisory Service, l’autorità regolatrice del mercato sudcoreano, la quota di partecipazioni detenuta da investitori stranieri ha raggiunto lo scorso mese il 30,5%. Gli Stati Uniti si collocano al primo posto, seguiti da Lussemburgo, dove hanno sede molti fondi di investimento europei ed internazionali, e dalla Germania.

Gli investitori europei rappresentano il 73% degli acquisti netti totali. In particolare, gli investitori europei hanno acquistato equity per circa 9 miliardi di dollari dal mese di marzo. Secondo molti osservatori, i fondi di investimento internazionali si sarebbero indirizzati verso i mercati emergenti, quali Corea del Sud e Taiwan, dopo la decisione del Regno Unito di abbandonare la UE.



I commenti sono chiusi