In Italia si chiamerebbe “sportello unico”: si tratta del nuovo centro di supporto per gli investimenti nel parco industriale di Kaesong (in territorio nordcoreano). Lo “sportello”, inaugurato a Seoul nel mese di settembre su iniziativa del Ministero dell’Unificazione, mira ad attrarre investimenti non solo sudcoreani ma anche, e soprattutto, stranieri.  Con la riapertura del parco industriale, chiuso l’anno scorso per circa sei mesi, i governi delle due Coree si erano infatti posti come obiettivo una maggiore internazionalizzazione dell’area. Ad oggi, infatti, operano a Kaesong 125 aziende, tutte sudcoreane e nessuna straniera. Il centro di supporto fornirà alle aziende straniere informazioni e servizi di consulenza a 360 gradi.



I commenti sono chiusi