Il 4 giugno scorso gli elettori sudcoreani sono stati chiamati alle urne per importanti elezioni comunali e regionali.

A conti fatti, nessuno dei due principali schieramenti politici pare poter esultare per un netta vittoria. Tuttavia, la Presidente Park può tirare un sospiro di sollievo: il “Saenury”, partito di maggioranza al governo nazionale, mantiene una forte base di consenso, che rappresenta comunque un buon successo per un partito al governo. Il partito di centro-destra, infatti, si conferma alla guida della regione del Gyeongsang-do e della città di Busan, e vince nella regione di Gyeonggi-do e nella città di Incheon. In pratica, il Saenury ottiene un risultato migliore delle aspettative.

Aspettative deluse, invece, dalla “Nuova Alleanza Politica per la Democrazia”, nuova denominazione del partito di opposizione di centro-sinistra, che ancora una volta non riesce a capitalizzare e ad avvantaggiarsi delle debolezze e degli errori commessi dal governo nazionale. Il centro-sinistra, comunque, si conferma alla guida della capitale Seoul, riconquista la città di Daejon, vince anche a Gwangju e Jeolla-do. Si tratta, comunque di risultati poco incoraggianti in vista delle elezioni legislative del 2016.

Nell’immagine che precede (fonte Korea Herald), un sintesi dei risultati elettorali.



I commenti sono chiusi