Segnaliamo un interessante convegno sull’origine della stampa a caratteri mobili, che si svolgerà a Verona il 9 luglio 2007, a partire dalle ore 10,00, presso la Biblioteca Civica di Verona, Sala Farinati, Vicolo San Sebastiano, 3. Tel. 045.8079700.

Programma della giornata:

Ore 10,00 Apertura lavori - Prof. Agostino Contò, Former Director Biblioteca Civica di Verona

Ore 10,15 Saluto delle autorità della Provincia, del Comune e dell’Ente Fiera di Verona

Ore 10,30 Jikji 1377, il primo testo oggi conosciuto stampato con caratteri mobili. Mr. Cheol-hee LEE, Direttore Cheongju Early Printing Museum, Corea del Sud. Con l’assistenza di Nella Poggi, Jikji Project Manager Italia

Ore 11,00 Overview dell’impatto dell’invenzione della stampa in Italia. Prof. Giorgio Montecchi, Docente di Bibliografia e Biblioteconomia, Università degli Studi di Milano

Ore 11,30 Presentazione del De Re Militari, l’Arte della Guerra. Prof. Agostino Contò, Former Director Biblioteca Civica di Verona

Ore 12,00 Intervento di chiusura

Ore 12,30 Reception su invito Coordina Prof. Agostino

Contò Che cos’è il Jikji?

Il Jikji (nome completo: Baegun-hwasang-chorok-buljo-jikji-simche-yojeo) è il più antico testo stampato con caratteri mobili metallici di cui si sia a conoscenza oggi. L’origine della parola Jikji proviene da “Jikji insim keon seong seogbul” che significa “se tu guardi dentro al cuore delle persone attraverso la meditazione, realizzerai che la vera natura del tuo cuore è nello stesso tempo quella del cuore del Budda”. Il Jikji è stato stampato nel 1377 (il 3º anno di Uwang) presso l’Heugdeok temple a Cheongju. Originariamente stampato in due volumi, oggi solo il secondo volume è conservato mentre il primo è scomparso. Questo secondo volume si trova oggi alla Biblioteca Nazionale in Francia. Il secondo volume conservato nella Biblioteca Nazionale in Francia contiene 39 pagine, esclusa la coperta. La prima pagina è stata perduta e le altre pagine contengono 11 linee, 18-20 lettere in ciascuna linea. Nell’ultima pagina è specificato il luogo (Heugdeok temple in Cheongju) e il periodo (Luglio 1377) in cui venne stampato. In Germania, i caratteri mobili di metallo vennero utilizzati per la prima volta da Johannes Gutenberg nella Bibbia delle 42 linee. In Cina i caratteri mobili di metallo vennero utilizzati intorno al 1490 durante la dinastia Ming. Il Giappone apprese la tecnica a stampa con i caratteri mobili di metallo nel XVI secolo.



One Response to “Verona incontra la Corea del Sud.”

  1.   JOO YEON PARK Says:

    wow,incredible!
    Non ho mai visto il Jikji con i miei occhi..
    Penso che sia una occasione importante…